Male.Veramente male.
Perde e delude la squadra di CGOLD, praticamente mai in partita all’esordio casalingo.
Il Collegno è parsa squadra con diversa fisicità, diverso affiatamento e soprattutto in serata davvero ispirata.
E i nostri? Siamo davvero questa squadra?
Se così fosse ci sarebbe davvero da preoccuparsi.
Molli come a Borgomanero, scollacciata in difesa nonostante l’impegno e con gli uomini migliori fuori forma o
non in grado di esprimersi ai loro livelli.
Male i senior, male i 1997 e invisibili gli altri, non ancora abituati alla durezza fisica e mentale di un campionato che non da scampo
a chi non lo abbia già frequentato.
Alcuni lampi di Rovina nel garbage time, diminuiscono il gap che aveva superato i 20 punti già dopo 12 minuti di gara.
L’impressione che si è avuta è di una squadra dove chi gioca pensa di essere molto più competitivo di quello che in realtà sia, dimenticando
che soltanto il campo è davvero giudice di tutto.
Francamente imbarazzanti come forse mai era capitato nelle ultime stagioni.
Si gira pagina partendo dalle certezze. Rotazioni diminuite. Dentro quintetti più fisici ed occhi al prossimo incontro con il Crocetta.
Ancora in casa. Ancora importante. Ancora difficile.
Per non farsi mancare niente, arriva l’infortunio di Pilati che si scaviglia e di fatto ci farà rimanere senza lungo di ruolo.
La prossima rientra Zunino. Speriamo in una svolta, almeno come atteggiamento.
Non è tirando mai liberi. Non è non commettendo mai falli. Non è parlando e non dimostrando che si raggiungerà l’obiettivo salvezza

Il Canestro Accabasket Alessandria – Collegno Basket 47-81
(6-28, 17-38, 32-61)
Accabasket Alessandria: Nizzi 2, Rovina 16, Naccarato 3, Cavarretta 4, Pilati, Paro, Ricci 8, Marangon 7, Riva 2, Billi 5. All. Talpo
Collegno: Blotto, Bensi, Bonelli 3, Rossin, Delle Site 6, Scalzo 10, Giustetto 17, Barbieri 7, Felletti 14, Miglini 2, Corino 12, Ferraris 10. All. Carbone

Male,male…